È online Be Creative, il lavoro video frutto della residenza creativa del progetto DAI Dance Art Incubator 2020 promosso dalla Breathing Art Company nell’ambito dell’azione “Custodiamo la cultura in Puglia”.

Giovani autori, Lia Alisi, Ilaria Lacriola, Loredana Gargano, Sara Bizzoca, Francesca e Mariella Rinaldi, hanno approfondito la loro ricerca coreografica dando vita a un lavoro video finale a cura di Clarissa Lapolla all’interno dello spazio riqualificato del Parco Gargasole di Bari.

Il video a questo link https://www.facebook.com/breathingartcompany/videos/2829123530668405

Il Progetto DAI è nato nel 2019 all’interno del Premio Internazionale di Danza San Nicola. DAI Dance Art Incubator è un programma di residenza, all’interno del quale ogni artista è sostenuto con lo spazio prove, supporto tecnico e amministrativo, tutoraggio artistico. Obiettivo del programma è sostenere gli artisti nel loro processo creativo al di fuori della loro comfort zone, condividendo con altri autori la loro esperienza e la loro visione coreografica. Gli artisti sono invitati a sviluppare un’idea, un concetto, a proporre la loro ricerca che condivideranno sia con artisti che con il pubblico.

Il progetto mira a creare un piccolo incubatore artistico nel cuore della città, all’interno del quale gli autori possono sviluppare il proprio percorso, condividerne il processo e partire per un lavoro più ampio e strutturato. Tappa fondamentale del progetto è stato il momento laboratoriale aperto ai danzatori, a partecipazione gratuita, momento importante perchè ha portato gli autori a condividere la loro poetica con gli artisti, motivare la loro ricerca,e ricevere dunque un feedback diretto e immediato coi primi fruitori della creazione, ovvero i danzatori.

La location scelta per momento finale è stata quella del Parco Gargasole, scelta strategica che fa parte di un percorso pluriennale svolto dalla Breathing Art Company sul territorio.Il Parco Gargasole, adiacente agli spazi della Caserma Rossani, è oggetto di un processo di riqualificazione ad opera dell’amministrazione comunale e delle associazioni del territorio, sito interessante in quanto nel cuore della città e gestito in modo indipendente.

Il momento creato con DAI è stato dunque un punto di partenza per produzioni future, un momento di scambio e condivisione tra artisti che hanno avuto cosi la possibilità di condividere e osservarsi reciprocamente.

LASCIA UN COMMENTO